venerdì 29 gennaio 2010

Budini ciocco in salsa cherboroise

Se non ho una scadenza sono rovinata.
Come quando mi segnai in palestra, con orario libero, e ci andai 2 volte e basta.
Qui la storia si ripete.
E' da novembre, quando Kat mi disse che avrebbe proposto un meme burlone ispirato dalla mia omonima, che ci pensavo...
Ma siccome lei non aveva indicato una scadenza.. sono arrivata fino ad oggi. Non male, eh?

Dopo ricerche su ricerche ho finalmente trovato la mia salsa cherboroise, che risale ai tempi in cui i Fenici portarono la melagrana nel bacino del Mediterraneo, dopo averla scoperta in terra Caucasica.
Ma per vedere l'uso della salsa come condimento di dolci a base di cioccolato bisogna aspettare che anche il cacao fosse portato in Europa dal mitico Colombo (come avranno fatto prima, senza?!?!)

Insomma, dopo ricerche su ricerche sono arrivata a scoprire la ricetta del budino ciocco in salsa cherboroise, e stupefatta da tanta magnificenza non ho potuto non raccontarvela.

Budini cherboroise

Ci vogliono, per 6 bicchierini:
- 330 gr di latte
- 120 gr di cioccolato (fondente o al latte, secondo i gusti)
- addensante vegetale (polvere di agar-agar)
- 1 melagrana
- 1 cucchiaio di zucchero

Si scioglie a bagnomaria la cioccolata in pezzi insieme al latte. Quando è quasi al bollore si aggiunge un cucchiaino di agar-agar, precedentemente diluito in poco latte freddo, e si continua a mescolare per 3 minuti.
Si versa nei bicchierini e si lascia un po' raffreddare.

Nel frattempo, si prepara la salsa cherboroise: si sgrana la melograna, la si passa al passaverdura e si mette quasi tutto il succo ottenuto in un pentolino con un po' di zucchero, si porta al bollore e si aggiunge una punta di cucchiaino di agar-agar, come prima, precedentemente diluito nel succo tenuto da parte. Si mescola un altro paio di minuti e poi si lascia un po' raffreddare.
(a dir la verità, io ne ho messo un po' di più di addensante e la salsa si è trasformata in una dolce mattonellina... devo ancora prenderci la mano...)

Quando nei bicchierini, il cioccolato si è un po' rappreso, si aggiunge la salsa cherboroise e si lascia raffreddare ancora.
Dopo qualche ora il budino è pronto, per la gioia di chi lo vorrà provare!

PS. Ovviamente, il tutto risulta GLUTEN-FREE, vero Gaia?

16 commenti:

  1. ma che curiosità che mi metti oggi ;)!!!!...devo assolutamente infilanci il cucchiaio li' dentro...presto, presto! ^^

    RispondiElimina
  2. mamma mia che meraviglia!!!!!!!

    si, rigorosamente gluten free... a patto che si usi il cioccolato giusto.
    ma sono giusti quasi tutti...

    bisogna vedersi parecchie volte, mia cara:
    una veloce per un aggiornamento sull'agar agar, che ho comprato, ma ancora non usato

    l'altra sarà più dura... devo imparare a fare delle foto decenti, le mie fanno schifo, e penso che saresti una perfetta insegnante: le tue sono sempre così belle...

    p.s. portacandele ikea ? ;-)

    RispondiElimina
  3. oddioooo ogni volta che passo dal tuo blog prendo un kilo solo con il pensiero...ho già provato tante cose buone proposte da te...ma questa....ora mi rimarrà la voglia fino alla fine della dieta!!!

    RispondiElimina
  4. Che bell'effetto Gaia, i due strati e colori del tuo budinetto...
    Complimenti, ti è venuto una meraviglia!
    Ciao e buon fine settimana

    RispondiElimina
  5. Ottimi questi budini.. devo essere buonissimi.. mi sono aggiunto ai tuoi sostenitori.. spero lo farai anche tu venendomi a trovare sul mio blog..
    Buona cucina..
    matteo

    RispondiElimina
  6. cioccolato e melograno..mai provato! credo che stiano molto bene! penserò a una torta..

    RispondiElimina
  7. @Genny
    ti rispondo ora, ma grazie mille, ho sistemato la foto dopo la tua segnalazione!

    @Federica
    ;-)

    @Mariluna
    Buona domenica!

    @LaGaia
    sono d'accordo con te. Bisogna vedersi, appena finisci lo stress del momento.
    PS yes! ;-)

    @diana
    ma non e' tanto calorica: latte e cioccolato.. e poco piu'. niente panna, niente uova.. Te lo vedo bene domenica come dessert!

    @Simo
    grazie e buon w/e anche a te!

    @Matteo
    gia' fatto, no?

    @Dodo'
    poi, facci vedere!!

    RispondiElimina
  8. Uuuuuuuuuuuuuuuuululato di somma goduria! Bella bella bellissima questa tua cherboroise! Ti consola sapere che noi Scriba non l'abbiamo ancora trovata? Un bacione. Kat

    RispondiElimina
  9. Gaiuzza, che bontà! Mannaggia la dietaccia;) Allora? Ci stiamo organizzando? Dai dai, che si deve fare sta cosa eh!

    RispondiElimina
  10. Questo primo piano dei bicchierini è fantastico...e la ricetta è meravigliosamente goduriosa...complimenti...un abbraccio

    RispondiElimina
  11. @kat
    ricerca, ricerca,, chissa' che scovate voialtri!

    @iana
    ma che dieta e dieta.. questi sono LAIT!

    @Luciana
    ;-) grazie mille!

    RispondiElimina
  12. ciaooooooo sei bravissima!!!sono una giovane cuoca che vuole imparare!...mi sono inserita tra i tuoi sosteniroti e mi farebbe piacere se lo facessi anche tu così puoi sempre vedere cosa cucino di nuovo!!...e poi lasciarmi un commento...critica...consiglio...e se ci scappa un complimeto!! ti aspetto!!...il blog è www.spadelliamo.blogspot.com oppure clicca sulla foto...:-) ciao!!

    RispondiElimina
  13. Ma i bicchierini son sempre quelli di Ikea?
    mi garban taaaanto, specialmente con la robina dentro fatta da te :-P


    Mimì

    RispondiElimina
  14. @Fabiana
    grazie, passo a vedere!

    @Mimì
    si, sempre quelli, ma bada bene, NON bicchierini... portacandeline!!!
    :-)

    RispondiElimina