Follow me:

    Torta primavera

    Nonostante il virus, la quarantena e le nostre nuove abitudini e fobie, la Natura va avanti con tutta la sua sfrontatezza.

    E’ ufficialmente primavera.

    Me ne sono accorta di notte, quando ho tolto i calzini per dormire.

    E così, consapevole dell’arrivo della stagione tiepida e invogliata dalle belle giornate a festeggiare a modo la Pasqua, la Pasquetta e il picnic improvvisato sul balcone di casa,  una torta in onore alla primavera ci stava tutta. E per l’occasione ho avuto l’assistenza speciale di Lenticchia, che si è dedicata con infinita precisione a decorare questa torta, mostrando tutto il suo estro e la sua manualità!

    L’idea di base è un pan di spagna, per la ricetta e la decorazione sono stata ispirata da Natalia Cattelani, che forse voi conoscerete da molto, ma che io ho scoperto da poco e che mi piace molto per il suo modo di fare genuino e per le ricette che propone, semplici e appetitose!

     

    Print Recipe
    Torta primavera
    Una torta con un profumato ripieno di ricotta, cioccolato e scorze di arancia candita (per una tortiera tonda da 20/22 cm)
    Tempo di preparazione 1 ora
    Tempo di cottura 30 minuti
    Porzioni
    persone
    Ingredienti
    Per il pan di spagna
    Per la bagna
    Per la copertura
    Tempo di preparazione 1 ora
    Tempo di cottura 30 minuti
    Porzioni
    persone
    Ingredienti
    Per il pan di spagna
    Per la bagna
    Per la copertura
    Istruzioni
    Il pan di spagna
    1. Montate a lungo le uova insieme allo zucchero. Dovrete ottenere una massa sofficie e spumosa, che se sollevata con un cucchiaio, ricade senza affondare sul composto, ma galleggia sopra, come ci si volesse scrivere.
    2. Per facilitare il montaggio, le uova dovrebbero essere a temperatura ambiente. In alternativa si possono riscaldare a bagnomaria insieme allo zucchero, fino a circa 40 gradi: se non avete il termometro da cucina, potete capire quando spengere se immergendo la punta di un dito, percepite la crema nè calda né fredda.
    3. Aggiungete il pizzico di sale, la buccia grattugiata del limone e incorporate la farina setacciata, un po' alla volta, cercando di non smontare il composto!
    4. Ungete una tortiera con il burro, versate il pan dispagna e cuocete in forno a 170/180 gradi per mezz'ora o fino a che è dorato e affondando uno stecchino nel centro, esce asciutto.
    Il ripieno
    1. Mescolate la ricotta con lo zucchero a velo fino a che otterrete una crema liscia e senza grumi, aggiungete le scorzette, i pezzetti di cioccolato e per ultimo la panna montata.
    2. Per la bagna: in un pentolino portate a bollore l'acqua, lo zucchero, la scorza di arancia. Spengete e unite il cointreau, poi filtrate e tenete da parte.
    Il montaggio
    1. Tagliate il pan di spagna in 3 dischi: il primo e l'ultimo di 1 cm di spessore.
    2. Dal disco centrale ricavate un anello, incidendo con il coltello un cerchio ad 1 cm di distanza dal bordo.
    3. Con un pennello da cucina, distribuite la bagna sulla base, poi versate metà ripieno, livellatelo e copritelo con il disco ricavato dallo strato centrale.
    4. Proseguite bagnando anche il disco, distribuite il ripieno rimasto e coprite con il cappello della torta, bagnando anche quello.
    La decorazione
    1. Riscaldate la marmellata in una ciotolina e togliete gli eventuali pezzetti di frutta. Con un pennello distribuitela sulla superficie della torta: servirà a fare da collante per la copertura di panna evitando che spatolandola, si sollevino briciole di pan di spagna (grazie a Natalia per la dritta!)
    2. Montate la panna insieme al mascarpone e rivestite la torta, cominciando in abbondanza dalla parte superiore e proseguendo sui lati.
    3. Per i ghirigori di cioccolato, sciogliete i due diversi cioccolati e versateli sulla torta usando delle sac a poche fatte con la carta forno.
    4. Distribuite le palline di cioccolato per il tocco finale!