venerdì 19 novembre 2010

Un pesto di lusso!

Per abitudine, generalmente, il pesto lo faccio.
E di conseguenza, quando mi è capitato di prenderlo gia' bell'e pronto, nei barattolini del supermercato, poche volte mi è piaciuto. Gusto personale e abitudine.
Che poi, fare il pesto è una bischerata, come si dice qui.
L'importante è, come sempre, partire da un buon basilico fresco, parmigiano e olio extravergine di oliva (l'aglio non lo metto quasi mai, che poi non lo digeriamo...)
Tempo fa ho trovato un basilico freschissimo e bello verde e mi sono messa a preparare il pesto.
Poi, mi sono accorta che di pinoli, in casa, non ce n'era nemmeno l'ombra.. e così ho dovuto sostituirli con qualcos'altro. Ma con cosa?
Noci? Noooo.
Nocciole? Nooooo.
Pistacchi? Siiiiii!

Pesto con pistacchi

Avevo ancora un po' di pistacchi di Bronte (conservati come oro in un vasettino, visto quanto li avevo pagati) e un'altra caterva di pistacchi a giro per casa... così ho rivisitato la ricetta del pesto, per tirarne fuori un pesto multi-culturale nord-sud, che è stato definito da chi l'ha assaggiato: un pesto di lusso! (non so se per la bontà o per il costo?!?!)

Servono:

200 gr basilico
60 gr pistacchi sgusciati
80 gr parmigiano reggiano grattugiato
mezzo bicchiere di olio

Il vero pesto andrebbe fatto pestando, appunto, gli ingredienti in un mortaio.
Ma io il mortaio non ce l'ho. Se siete anche voi in questa condizione, potete usare il tritatutto o la mezzaluna..
Il basilico si sciacqua sotto l'acqua, si asciuga un po', e si recuperano le foglioline, che vanno pestate/tritate/mezzalunate...
Stessa sorte per i pistacchi (evitando la fase di lavaggio) che vanno tritati.
A questo punto in una ciotola si mescolano bene i due triti, si aggiunge il parmigiano e si versa l'olio a filo, mescolando per ottenere una salsa.

PS.
Il sale non lo aggiungo, perchè il parmigiano è già abbastanza saporito.

Quando uso il pesto, lo stempero sempre con un po' di acqua di cottura della pasta (invece che aggiungere altro olio) per renderlo ancora più morbido e distribuirlo più facilmente.
Con queste dosi, ne viene in abbondanza.

Quello che avanza, lo congelo in cubetti monodose, usando le formine del ghiaccio.
Fodero la mattonella con un foglio di pellicola senza PVC e poi riempio ogni cubetto.
Lo metto in freezer e quando mi serve considero un cubetto per ogni porzione, aggiungendone uno in più sul totale (es. 4 persone: 5 cubetti) un po' come fanno gli inglesi quando devono preparare le tazze del te (sempre una in più!).
L'idea è una genialata della mia cara suocera.



Con questa semplice ricetta-non ricetta partecipo all'utile contest di Cleare: Calendariamo: ricette di sopravvivenza per gli studenti!
per un semplice motivo: abito poco distante da una sede dell'Università e mi capita spesso di trovare studenti a fare la spesa al super. Una volta, due ragazzi, per cena si erano presi: due pizze surgelate, una bottiglia di coca e le patatine surgelate prefritte. Mi hanno fatto un misto di tenerezza e pena!
Per mangiare un po' piu' sano, ci vuole proprio poco. Vedi sopra.


22 commenti:

  1. mi piace questo pesto..molto invitante..io lo faccio con le mandorle,e per ammorbidirlo un po' aggiungo un goccio di latte!!!!!!!!!!:-)
    un abbraccio....e concordo: i pesti comprati sono davvero da bocciare..sapori fasulli e tutti uguali!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. direi... perfetto!!!! e poi a me piace così granuloso!!!! ciaooo Ely

    RispondiElimina
  3. Strani abbinamenti che stuzzicano il mio appetito! BRAVA

    RispondiElimina
  4. Cavoli che bella idea! Certo è che se già con i pinoli non è propriamente una preparazione economica, non oso immaginare con i pistacchi!!! ;))

    RispondiElimina
  5. Mia mamma spesso lo fa con le noci che le vengono donate da una amica che ne ha a iosa, e ti dirò, non ha nulla da invidiare al tradizionale coi pinoli!
    Immagino il profumo dei pistacchi, che buono!

    RispondiElimina
  6. Noooooo i pistacchi celo, ma il basilico.....finito! epperò, prima la dovevi mettere sta ricetta! Ci penserò il prossimo anno. Quest'anno invece ho fatto il pesto della Stefania con i pomodori secchi, che ho giusto mangiato ieri sera. Io solitamente lo stempero con un po' di ricotta e insieme agli spaghetti ci cuocio anche le patate a tocchetti (me lo ha insegnato una ligure).
    Pistacchi..uhmmm..me lo devo ricordare il prossimo anno....

    RispondiElimina
  7. Beh, questo si che è un pesto davvero speciale...
    a proposito, scusa per l'assenza gaia, sono stata nell'impossibilità di seguirti per un po, ma ora recupero tutte le ricette perse.
    Vedo già che prima del pesto c'è una ricettina proprio per me.

    un bacione
    Sara

    RispondiElimina
  8. Anche io odio i pesti pronti, un pò perchè hanno sempre un colore morticino e un pò perchè il sapore è artefatto! :)
    l'idea dei pistacchi di bronte nel pesto è proprio buona! quasi quasi quelli che ho in dispenza li uso cosi (è vero costano una fortuna, anche io li ho lì tipo cimelio)
    buona serata! Giulia

    RispondiElimina
  9. meraviglia, questo pesto, che copierò molto, molto presto...
    (a Catania una volta ne avevo mangiato uno prima, che lì si serviva con pasta tipo paccheri e il pesto di pistacchi unito a ricotta: abbinamento, devo dire, assai azzeccato!)

    RispondiElimina
  10. Quando fotograferò come te??
    Sono meravigliose le tue foto... io ti seguo sempre.. e lo sai..
    Matteo

    RispondiElimina
  11. Anche io ho ancora dei pistacchi gelosamente conservati...quasi quasi...

    Bella la foto, Gaiu': mi piace!

    ...pero'... te prego... nun lo chiama' pesto!!!
    'Odesto l'è 'n frullo, 'unn'è miha pesto!!!
    :D :D :D

    RispondiElimina
  12. @Daisy
    il latte? ma sai che mai mi sarebbe venuto in mente? E' che con l'acqua della pasta, che è piena di amido, la salsina, poi, lega parecchio bene!

    @Ely
    allora, anche te sei senza mortaio?!?

    @Ramona
    grazie! e benvenuta!

    @Elel
    allora, dici che 'il pesto di lusso' era riferito al costo, eh?!?!
    ;-)

    @Simo
    anche con le noci non deve essere male!!

    @Sandra
    un pesto tipo quello della stefania l'ho fatto l'anno scorso, seguendo le indicazioni di zioPiero. Buono, eh?!?

    @Sara
    ho visto un po' di foto. I posti che ti circondano, seppur con tanti probìlemi, sono belli pero'!!

    @Giulia
    allora siamo in due. Esatto: il sapore e' artefatto!

    @povna
    con la ricotta?!? Next time! grazie!

    @Matteo
    Grazie! Sapessi quante ne tocca scattare per trovarne una che mi vada bene! COn la nuova macchinetta soo diventata esigentissima!

    @zio
    Non sai che piacere sentirtelo dire. Ovvia. (per la foto, eh)
    ;-)

    dici che potrei chiamarlo fullo?!?!

    RispondiElimina
  13. buono questo pesto sciccoso!
    lo devo provare.
    anch'io lo surgelo, ma il tuo suggerimento pratico non l'avevo mai sperimentato. intelligente! o meglio, per restare inglesi, smart ;-)

    sentiamoci subito

    RispondiElimina
  14. Grazie per la ricettuzza! E anche molto particolare.. nn è che molti conoscano i veri pistacchi!! E grazie per la pubblicità! solo una cosa: dovresti mettere il banner anche nella colonna laterale..grazie!!

    RispondiElimina
  15. Perfetto: qui i pinoli li tengono sotto cassaforte e li congelano AHHHH..quindi vado di arachidi, o noci o..adesso pistacchi! Baci

    RispondiElimina
  16. Buono questo pesto... i pistacchi hanno dato quel tocco in più! Me lo segno! Un bacione cara

    RispondiElimina
  17. ma sai che anche io non sopporto il pesto compro (come si dice qui dalle mi parti??) lo faccio sempre e anche io metto la frutta secca che ho a disposizione in casa e lo metto nei cubetti del ghiaccio!!! hai proprio ragione è una genialata!! si scongela subito e non si spreca.

    RispondiElimina
  18. Quello di pistacchi mi manca, chissà che buono. Ma li comprerò a Natale in Italia, quelli di Bronte.

    RispondiElimina
  19. ...ecco a me sta cosa del calendario con le ricette di SOPRAVVIVENZA m'ha colpita parecchio direi....

    ;-)

    Mimì

    RispondiElimina
  20. che meraviglia!! sai che ieri sono stata ad un incontro organizzato dalla Barilla e ci hanno parlato proprio del pesto!!
    Ma quello classico con i pinoli, l'idea di sostituirlo con i pistacchi è davvero nuova!
    Complimenti come sempre le tue ricette sono deliziose ;-)

    RispondiElimina
  21. @cleare
    fatto!

    @glu.fri
    congelati?!??!?

    @kiarina
    grazie. Te tienilo a mente!

    @alex
    e con quelli, svieni e ti sveni!

    @mimi
    visto?!? tutto per te!

    @miele
    anche a me mancava.. ora ne ho ancora un po' in freezer! :-)

    RispondiElimina
  22. Il pesto con i pistacchi vorrei provarlo da una vita pure io. All'occhio è speciale... :)
    Buona serata!

    RispondiElimina