lunedì 15 novembre 2010

A forza di fare ordine... quiche loraine

Io lo sapevo che non dovevo rimettere a posto il ripiano dello scaffale con i libri di cucina, i ritagli di giornale (da cui ho recuperato il bel branzino), gli appunti nel quadernino e gli appunti a giro...
Alla fine, la scorsa settimana ho passato un intero pomeriggio tra forno e fornelli, a levarmi un po' di voglie.

Tra cui c'era questa quiche loraine, che avevo assaggiato direttamente da Sigrid, un anno fa esatto, quando ci fu la presentazione del libro del cavolo. E che mi era piaciuta molto, soprattutto per l'aroma che il cumino lascia al tutto, ma non avevo ancora trovato l'occasione/modo di replicare.
Fino ad ora.


Quiche loraine


La ricetta è presa paro paro dal suddetto libro, l'unica mia variante è che ho usato 8 stampini monoporzione anzichè una tortiera classica, ed ho usato molta meno panna della versione originale, semplicemente (mi accorgo ora) perchè avevo letto male le dosi..! Ma confermo che viene bene lo stesso!

Per 8 tartellette monoporzione:

Pasta per le quiche (ricetta di Felder):
- 200 gr di farina
- 5 gr di sale
- 90 gr burro a pezzetti
- 1 uovo
- 20 gr di acqua

Si lavorano farina, sale e burro morbido in una ciotola con le dita, fino a quando il burro è stato assorbito dalla farina. Si aggiungono acqua e uovo, e si impasta fino a che non si ottiene una massa omogenea. Si avvolge nella pellicola (senza PVC) e si lascia in frigo per 2 ore.

Per il ripieno:
- 40 cl di panna fresca (io ne ho usata la metà...)
- 100 gr di groviera tagliato a julienne (uso la grattugia delle carote)
- 100 gr di pancetta affumicata
- 2 uova e 1 tuorlo
- sale e pepe
- noce moscata
- 1 cucchiaino di semi di cumino

Passate le due ore, si stende la pasta con il matterello a 3 mm di spessore e si ricoprono gli stampini.
La tecnica che ho usato, è stata di tagliare dei dischi poco piu' grandi del diametro della tartelletta, in modo tale da rivestire anche le pareti dello stampino. Gli scarti che facevo via via li ho ri-impastati e ri-stesi alla fine per foderare gli ultimi stampini.

Su ogni tartelletta si distribuisce il groviera e i cubetti di pancetta. A parte si sbatttono un po' le uova con la panna, si condisce con il sale, pepe e noce moscata e si versa il composto su ogni tartelletta. Si distribuisce il cumino sulla superficie e si cuoce in forno a 180°.
Le tartellette erano pronte dopo circa 20-30 minuti. Se fate un'unica torta, ci vorrà un po' di più.

23 commenti:

  1. E' una vita che non la preparo, mi hai fatto venir voglia di farla......
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  2. mariiiiiiiia...mi hai fatto tornare indietro di 20anni. Perchè la Quiche Lorraine autentica la mangiai all'epoca del mio viaggio di nozze..e mi ricordo ancora la squisitezza...
    grazie bedda e buona settimana!

    RispondiElimina
  3. Io adoro la quiche lorraine. Mi piace proprio tanto e spesso è un ottimo salva cena. Sembra che hai preparato chissà cosa e invece si fa in un baleno! ;)
    La prossima volta ti consiglio di farla con la pasta da quiche di Felder (non mi pare quella che hai usato tu. O sì? Mi viene il dubbio...)... Vedrai che meraviglia!!!
    A presto!

    RispondiElimina
  4. Devo assolutamente farla... dopo gli esami del sangue... ;)

    RispondiElimina
  5. Anche io come Simona non la faccio da molto, ed ora mi stuzzica molto la graziosa monoporzione...

    RispondiElimina
  6. già le foto le facevi splendide con la tua compattina, adesso ci fai morire!

    la quiche lorraine mi piace un sacco, la facevo sempre, prima, prima di aver il marito palloso che mi ritrovo che è intollerante al lattosio e non ama comunque i formaggi!

    mi consolo con la tua, splendida. tienimene una da parte per domenica, va... ah, no, non posso, c'è il glutine

    vabbé... mi consolo con la foto!

    RispondiElimina
  7. Dovrei anch'io mettere in ordine i ritagli, ma ho paura di metterci piu' di un pomeriggio...

    Bellissima questa quiche mini, come l'hai servita?

    RispondiElimina
  8. Oui j'adore la quiche !! Baci Gaia, bellissimo post per una super quiche.

    RispondiElimina
  9. Confessione: non ho mai fatto la quiche lorraine! Ora so che devo assolutamente rimediare :)

    RispondiElimina
  10. @Simo
    ovvai, un'altra quiche dalle tue parti!!

    @Cinzietta
    bedda mia, così questa settimana di ho subito fatto ringiovanire!! ahahha

    @Carolina
    esattamente. Me ne sono accorta solo dopo il tuo commmento. Trattasi esattamente della pate a quiche di Felder!!
    E infatti mi pareva fosse venuta parecchio 'bona!
    :-))

    @fantasie
    ok, aspetta gli esami!

    @Araba
    grazie: ci vuole solo un po' piu' di tempo per foderare i vari stampini, ma si conservano anche meglio (io, un paio, le ho congelate!)

    @La Gaia
    troppo buona! Ma sapessi che fatica/pazienza risucire a fare 'ste foto, che ancora non mi sono letta tutto il manuale!
    Le ho pure congelate, ma c'e' la farina, mannaggia!!

    @Laura
    Grazie! Le ho servite così, come antipastino domenicale per noi 4...
    Erano giorni che spignattavo!
    ;-)

    @Glu-fri
    secondo me pure la versione gluten free, verrebbe bene... !!

    @Jasmine
    Che confessione!!! Correre subito ai ripari!!;-)

    RispondiElimina
  11. Bella l'idea quella delle mono porzioni, squisita questa quiche, complimenti!

    RispondiElimina
  12. Ciao Gaia, ci vediamo domenica al corso.
    La quiche un classico d'eccellenza, fantastica.
    Si la campagna amica è proprio quella a polo di sesto.
    Ciao!!!!!!

    RispondiElimina
  13. In più l'attesa rende le cose ancora più buone!
    P.S. Quante cose buone hai fatto con le clementine tu!

    RispondiElimina
  14. ma che bella e che buona! io adoro le torte salate, mi sa che questa te la copio...

    RispondiElimina
  15. Ciao complimenti per il tuo blog mi piacerebbe aggiungerti nella mia lista di blog che seguo se ti fa piacere fare uno scambio link fammi sapere.
    I miei blog sono
    http://alimentazionemedievale.blogspot.com/
    http://iltrovaricette.blogspot.com/
    Buona serata

    RispondiElimina
  16. Ciao complimenti per il tuo blog mi piacerebbe aggiungerti nella mia lista di blog che seguo se ti fa piacere fare uno scambio link fammi sapere.
    I miei blog sono
    http://alimentazionemedievale.blogspot.com/
    http://iltrovaricette.blogspot.com/
    Buona serata

    RispondiElimina
  17. Ciao Gaia piacere di conoscerti ... siamo venuti a sbirciare nel tuo blog passando da Simonetta glu.fri... Ci piace il tuo spazio e siccome siamo sempre in cerca di nuovi amici siamo diventati tuoi sostenitori... se vorrai contraccambiare ci farà piacere così non ci perderemo di vista ;)
    Un saluto dai viaggiatori golosi...

    RispondiElimina
  18. Otto dico otto stampini monoporzioooneeeeee ? ?
    Li voglio!
    Tutti e otto!
    Pieni. :-P

    Mimì

    RispondiElimina
  19. Torta salata sempre in voga e sempre in uso.. io l'adoro in una maniera unica.. ti copio.. bravissima Gaia

    RispondiElimina
  20. Ma come potevo lasciar passare questa fantastica quiche Gaia...
    Non vedo l'ora di provarla!
    Sara

    RispondiElimina
  21. La quiche per eccellenza!! una vera delizia! ottima ricetta!

    RispondiElimina
  22. @gloria
    sono comode.. soprattutto per surgelarle!

    @stefi
    a domenica!

    @Tania
    si, pero' qui non ce l'ho messe, eh?!?

    @povna
    ma certamente!!

    @RobJ
    grazie, sono passata a trovarti!

    @Iviaggidelgoloso
    grazie, sono passata anche da voi! interessante il blog!

    @Mimi'
    ... prossimamente.. scongelate...!!

    @LaCuocaPasticciona
    è davvero un passepartout!

    @Sara
    Bentornata!

    @TErry
    e' proprio vero. E pensa,che cosi' non l'avevo mai fatta...

    RispondiElimina
  23. che buona...era una vita che non la facevo!!!!! Ci proverò!Se ti va seguimiu su www.federicadp.blogspot.com

    RispondiElimina