lunedì 15 febbraio 2010

Le mie patate e peperoni cruschi

E' da un pezzetto che ci pensavo e ci ripensavo.
Volevo proprio partecipare al contest Puglia e Basilicata a Tavola di Paoletta e Angela, di Sapori dei Sassi, ma all'inizio non avevo idea di cosa poter fare.. soprattutto perchè non conosco per niente la cucina lucana e di quella pugliese non vado molto oltre le orecchiette con le cime di rapa...
Poi, un giorno, da mia suocera ho scoperto un libro di cucina lucana, che aveva preso tanti anni fa insieme ad un quotidiano..
E così mi sono immersa nella lettura e ho scovato un sacco di ricette, tipicamente di origine contadina, ma davvero invitanti.
All'inizio mi era venuta voglia di fare qualcosa di lievitato, tipo un Pane di Matera, che mi era piaciuto tanto, oppure una pizza ripiena...
Poi, però, ho riletto per bene le regole del gioco e così ho deciso di provare a preparare un piatto decisamente elaborato: patate e peperoni cruschi, che avevo già preso da lei.
Fino a 2 mesi fa, tanto per essere chiari, non sapevo nemmeno che esistessero, nè che cosa fossero questi peperoni cruschi...

- Patate e peperoni cruschi -



Ma veniamo alla elaboratissima ricetta.
Servono:
- patate
- peperoni cruschi
- olio evo
- sale

Si lessano le patate e si schiacciano con una forchetta.
In un pentolino si mette a scaldare un po' di olio. Quando è bello caldo, ci si immergono, i peperoni cruschi, privati del picciolo e dei semini.
ATTENZIONE: i peperoni si bruciano molto velocemente. Al primo tentativo, li ho dovuti buttare via e ricominciare. Conviene armarsi di una pinza da cucina in modo da girarli senza indugi, bastano 2-3 secondi per lato e si gonfieranno senza bruciarsi.
Si lasciano scolare su un po' di carta assorbente e quando sono freddi si sbriciolano grossolanamente e si salano.
Si versano sulle patate insieme all'olio ed ecco fatto: un contorno profumato e saporito!


Vorrei ringraziare Angela e Paoletta per questa loro idea: non avrei mai pensato di preparare una ricetta della Basilicata, prima d'ora... Ma la voglia di partecipare a questa bella iniziativa mi ha costretto con piacere a chiedere, documentarmi ed aprirmi verso questa cultura così semplice e allo stesso tempo particolare!

13 commenti:

  1. Sarà molto semplice ma buonissimo. E' un contorno che ho mangiato a Roma in un ristorante di cucina tipica lucana e mi è piaciuto troppo! I peperoni cruschi li fai tu o si comperano? Bravissima!Paola

    RispondiElimina
  2. io li ho qui non li ho ancora provati...mmm....vedremo!:D

    RispondiElimina
  3. anch'io non li ho ancora provati... però sembrano deliziosi!

    RispondiElimina
  4. anche se semplice sembra buonissima! ciao Ely

    RispondiElimina
  5. Anche per me la scoperta dei peperoni cruschi è avvenuta leggendo il post di Tinuccia, e ogni volta che vedo quei peperoni stretti e lunghi mi vengono in mente.
    Mi piace molto questa ricetta, pochi e buoni ingredienti da trattare con cura e amalgamare tra loro.
    A volte sembra che si scoprano le cose per caso, mentre sono dell'idea che solo quando il cuore e la mente sono pronti riusciamo a raccogliere gli stimoli e a vedere e incrociare le cose, fosse anche solo un libro di ricette della suocera.

    RispondiElimina
  6. Davvero un bel piatto della tradizione! bravissima a riproporlo così bene!

    RispondiElimina
  7. Ciao, noi li abbiamo, ma non sapevamo fossero così particolari! buono questo contorno: semplice e gustoso!
    baci baci

    RispondiElimina
  8. Bella Gaia...hai preparato il mio contorno preferito.... A casa mia si fa almeno una volta a settimana!!!
    Grazie e ancora grazie mille per aver partecipato al contest e sappi che sono stata felicissimissima di sentirti per telefono! Ora mi manca solo di conoscerti di persona....ma ciò avverrà presto! Un bacione! :*

    RispondiElimina
  9. Semplice, ma invitante e appetitoso. Deve avere un profumino meraviglioso....A trovarli 'sti peperoni cruschi!
    Ciao

    RispondiElimina
  10. @Paola
    io li ho presi proprio da Angela, non saprei consigliarti dove altro poterli trovare..

    @Genny
    provali! Ma stai attenta a non carbonizzarli, come ho fatto io la prima volta... ci vogliono veramente 3 secondi!

    @iana
    li proverai.. forse! Che ne dici?

    @Ely
    ;-)

    @Asa
    sono d'accordo con te: ogni cosa ha il suo tempo!!

    @Cuocopersonale
    ;-)

    @Gloria
    grazie!

    @manu e silvia
    ;-) provateci!!

    @Angela
    Ma grazie a te!!

    @Sandra
    Che bischera che sono.. non c'ho mica pensato a portarteli l'altra volta.. si rimediera'!

    RispondiElimina
  11. ma che bella ricettina...

    e... naturally gluten free :-)

    ma che te lo dico a fare? ormai ti iscriviamo d'ufficio al club degli amici del celiaco... praticamente come gli amici del cane e del gatto, ma senza miagolii e abbaiamenti :-)

    RispondiElimina
  12. buone! sono qua che rimugino su cosa preparare, ne approfitterò delle vacanze del carnevale ambrosiano per accingermi alla ricetta... i peperoni cruschi sono da provare! Ciao e a presto.

    RispondiElimina